..ma a me piace anche il cinema..

giovedì 12 gennaio 2017

Il complotto universale - di Paola Costanzo

Buonasera amici,
sono qui a quest'ora a parlarvi di un libro che ho appena terminato.
All'inizio, la storia sembra un'ode alla Sardegna, poi l'azione si sposta oltre oceano.
La trama è molto bella e l'idea di fondo lo è altrettanto.
La prima cosa che il lettore nota, però, sono l'eccessivo utilizzo di puntini di sospensione, l'uso un po' confusionario della punteggiatura e la mancanza di capoversi (pagine intere senza andare a capo).
Si tratta del primo lavoro di un'esordiente, quindi molti errori sono leciti, come quelli di battitura.
Non vi è stacco tra il narrato ed i dialoghi e questo rende la lettura una specie di maratona.
I dialoghi sono semplici e verosimili ma la punteggiatura li rende spesso difficili da comprendere.
La storia è ambientata nel futuro e la situazione politico/culturale è descritta in modo chiaro, anche i luoghi sono descritti in maniera completa: sono quasi visibili chiudendo gli occhi.
Si tratta di una bella storia d'amore che ha dei risvolti fantasy, di un genere che non riesco a definire, che viaggia attraverso il tempo e lo spazio.
L'uso, a volte, di termini che poco c'entrano con il contesto in cui sono inseriti, fa inarcare un po' il sopracciglio a volte e mi sono trovata a chiedermi "cosa avrà voluto dire?!".
La storia ha del potenziale, un grande potenziale, perchè è originale e nuova ma, da lettrice, consiglio una revisione dell'opera per levigare alcuni spigoli che nuociono al successo della stessa.
Grazie Paola per avermi resa partecipe di questo viaggio!

Nessun commento:

Posta un commento

e tu, cosa ne pensi???